Da piccolo

Emanuele Farina nasce a Bergamo nel 1981 da una famiglia di circensi in tournèe con il Circo di Francia delle Famiglie Zucchetto & Rossi. Figlio di Fabrice Farina e Maria Cristina Mancosu, Emanuele è il primo di 3 figli; seguono Maria Jose Alexandra e Carine. Papà Fabrice fa il domatore di Felini e altri animali esotici, e presenta nel corso degli anni alcune varianti al classico numero di leoni, alternando la presenza di Leonesse, Tigri, Leopardi, un Orso, cani Dobermann e Sanbernardo. Manuel inizia a calcare la pista alla giovane età di 4 anni in un numero di monocicli coi cugini Jenny e Stefano Rossi e Roberto Zucchetto. Poi crescendo si esibisce insieme con la sorella Marie Jose Alexandra al tavolino acrobatico e alle pertiche.

 

Il debutto

All’età di 12 anni debutta al Jockey e al Passo a Due con Marie Jose e il cugino Stefano Rossi.
Avendo frequentato per tanti anni i Clown Musicali Rossi, Manuel impara a suonare la tromba e a 17 anni debutta col numero di Trapezio Washington, grazie al prezioso insegnamento di Rosita Diana.
Sul finire degli anni 90, Manuel mette su un numero di serpenti e in seguito è chiamato a mandare gli animali esotici dei fratelli Rossi ingaggiati dal circo Wigliams dei Fratelli La Veglia. Gli anni duemila lo vedono cambiare diversi circhi, da Ringland dei Fratelli Rossi (2002) a Coda Prin (Turchia e Macedonia 2004), tournèe in cui Manuel inizia la convivenza con la sua compagna Dana. In questi circhi presenta l’entrata musicale con il papà Patrice, la sorella Marie Jose e con Jones Coda Prin. Inoltre si esibisce al Trapezio Washington e con un numero di serpenti.

 

La carriera da domatore

Al rientro in Italia lavora presso i circhi “Wigliams”, “Ringland” e “Circo delle Stelle” (Niemen), e ancora il “Circo Medini” ( di Alex, Catiuscia e Fabrizio), poi di nuovo dai Coda Prin e di nuovo in Tournèe all’estero nelle isole greche con il “Circo Monti”. Qui acquista da una domatrice Ceca un leone e una tigre con il carro gabbia e tutta l’attrezzatura per dare vita al suo futuro di domatore di felini; bestie che addestra e fa debuttare al Circo Monti.
Al rientro in patria comincia a provare con le due belve per circa sei mesi, fino a che debutta con il suo nuovo numero presso il “Circo Merano” dei fratelli Tucci, nella primavera 2008. Nell’ottobre 2009 viene scritturato con la compagnia del circo “Medrano” (Alessandrini) per la tournèe a Cipro. Al rientro segue un periodo in appoggio presso il circo di Dario Martini fino a che non viene scritturato al “Circo Royal” ( fratelli Dell’Acqua) nel marzo 2010. Nel 2011 il suo numero di gabbia si è arricchito e perfezionato, al punto tale da essere invitato al Festival Internazionale del Circo di Latina, Festival che gli da una grande visibilità a livello internazionale, grazie alla quale seguiranno scritture importanti e dove viene premiato con un Bronzo e due premi Speciali. Nel marzo del 2012 Farina fa parte del programma del “Circo Eotvos” in tournèe in Ungheria fino a ottobre, mese in cui è invitato al Festival di Grenoble dove conquista il Premio Speciale della Giuria Junior. Al suo rientro in patria per le feste di Natale è a Roma presso il “Circo Errani” (& D’amico).

11149795_10203999119207136_5422691697350268022_oI Circhi Internazionali

Terminate le feste inizia la grande avventura in terra Ucraina, dove Manuel rimarrà per circa un anno e mezzo in tournèe con il “Circo Kobzov” e partecipando a due Festival del Circo Ucraino, conquistando il Primo Premio nel 2013 e il Primo Premio nel 2014 con il suo numero rinnovato e mandato dalla sorella Marie Jose Alexandra in coppia con Tatiana Kobzova. Lo stesso numero è stato ospitato al suo rientro in Italia nel mese di ottobre 2014 al 16° Festival Internazionale di Latina. Dopo questa esperienza Farina ha lavorato presso il “Circo Nando Orfei” di Anselmi fino all’Epifania 2015, per poi recarsi in Francia per prendere parte alla grande produzione commemorativa dei 30 anni del
“Circo Arlette Gruss”, dove è attualmente scritturato fino a dicembre 2016.

Click edit button to change this text.